• 14 MAG 15
    • 2
    DOLORE ALLA SPALLA. Esiste ancora il termine PERIARTRITE?

    DOLORE ALLA SPALLA. Esiste ancora il termine PERIARTRITE?

    I benefici di una valutazione e cura precoce nei dolori alla spalla
    FISIO&SPORT Poliambulatorio Specialistico – Riabilitazione Ortopedica Traumatologica Stradale&Sportiva.

    Il termine “PERIARTRITE SCAPOLO OMERALE” significa “infiammazione intorno alla spalla” e quindi e’ una diagnosi generica.
    Principalmente interessa la popolazione tra i 40 e i 70 anni abitualmente lavoratori che la utilizzano in modo continuativo, ma anche casalinghe e sportivi.
    Il 40% dei pazienti con lesione della cuffia dei rotatori non ha mai svolto attivita’ fisiche impegnative; frequentemente sono bilaterali; il 50% non ricorda un evento traumatico.
    L’articolazione della spalla e’ tra le piu’ mobili ed utilizzate del nostro corpo: grazie ad essa compiamo tutti i movimenti e rotazioni del braccio e della mano. E’ costituita da 3 ossa e una serie di muscoli e tendini cha la uniscono.
    La funzione dell’arto superiore, cosi’ come l’uso della mano sono regolate dall’equilibrio e dal bilanciamento del complesso articolare. Principalmente i muscoli che le permettono di muoversi (cuffia dei rotatori) hanno la funzione di stabilizzare l’articolazione e di creare un movimento nello spazio. E’ importante quindi sia la quantita’ che la qualita’ del movimento.

    SINTOMI

    Il dolore si presenta principalmente ad insorgenza notturna associato o meno a rigidita’ nel movimento.
    Il paziente presenta deficit di forza del braccio e associa frequentemente, se la patologia viene trascurata, sintomatologia Cervicale. Si evidenzia sempre discinesia scapolo toracica e scapolo omerale che origina movimenti a scatto della scapola.

    Le patologie piu’ frequenti sono:
    CAPSULITE ADESIVA (rigidita’ articolare per cause degenerative, post traumatiche, metaboliche – diabete, tiroide – post chirurgiche)
    ARTROSI (soprattutto dopo i 60 anni)
    LESIONI della CUFFIA (causate da sovraccarico funzionale conseguente a squilibrio muscolare e microtraumi per attivita’ lavorative e/o sportive ripetute)
    INSTABILITA’ (congenite o acquisite, iperlassita’)
    FRATTURE (in seguito a traumi)
    CALCIFICAZIONI PERIARTICOLARI (per patologie infiammatorie perpetuate e sovraccarichi tendinei)

    VALUTAZIONE
    La valutazione e’ il primo step di cura. Il Medico di Medicina Generale che effettua la prima diagnosi e puo’ richiedere a discrezione un indagine diagnostica, l’Ortopedico che effettua la diagnosi CLINICA e indirizza il paziente verso il trattamento chirurgico e/o riabilitativo, il Fisioterapista che effettua la VALUTAZIONE FUNZIONALE per impostare il trattamento terapeutico e rieducativo sono i passi fondamentali per iniziare a guarire.
    Nel 60-70% delle lesioni di cuffia il trova indicazione clinica e funzionale il trattamento conservativo/riabilitativo
    Affidarsi a programmi rieducativi razionali e mirati verso una patologia precisa e con una clinica definita da un chirurgo ortopedico esperto di spalla e’ fondamentale

    RIABILITAZIONE

    1. RIDURRE dolore e infiammazione attraverso  le terapie fisiche (laserterapia, tecarterapia,…)
    2. RECUPERARE L’ARTICOLARITA’
    3. RIEQUILIQRARE L’ELASTICITA’ della struttura capsulo legamentosa
    4. RIEDUCARE la funzionalita’ muscolare e l’equilibrio scapolo toracico

    Attraverso:

    1. Mobilizzazione manuale e autoassistita dei cingolo scapolare e dei muscoli glenoomerali ed esercizi di stretching
    2. Propriocettivita’ e coordinazione neuromuscolare. Ripristino della forza riportando il paziente ad un controllo cosciente dell’articolazione.
    3. Migliorare la funzione del braccio durante l’attivita’ quotidiana sia essa lavorativa e/o sportiva
    4. Ripristinare forza e resistenza.

    Il trattamento conservativo e’ efficace nel 60-70% delle lesioni di cuffia.

    PREVENZIONE

    L’importanza di prevenire ed intervenire e’ fondamentale per evitare patologie complesse o rigidita’.
    Quando si soffre di dolori alla spalla e’ fondamentale chiedere subito una valutazione specialistica: aspettare troppo tempo puo’ comportare un’ulteriore degenerazione del tendine gia’ compromesso, che potrebbe arrivare a rompersi, con tempi e costi di cura molto piu’ ingenti sia per il paziente che per il SSN e con i relativi disagi per la persona nella quotidianita’ nelle attivita’ lavorative, sportive e di relazione.

    Per ridurre le possibili conseguenze e mantenere al meglio la funzionalita’ della spalla e’ dunque consigliabile seguire due semplici regole:

    1. svolgere un’attivita’ fisica che vada a compensare eventuali sovraccarichi della muscolatura anteriore legati al lavoro o ad attivita’ sportiva
    2. in caso di disturbi, rivolgersi subito al medico di medicina generale, allo specialista o ad un fisioterapista che siano esperti di spalla per un’accurata valutazione funzionale ed un piano di riabilitazione personalizzato.

    Il POLIAMBULATORIO FISIO&SPORT di Cittadella tratta le patologie di spalla di qualsiasi origine. Lo studio prende in carico il paziente dalla prima valutazione all’impostazione del programma riabilitativo fino al suo completo recupero. Il centro si avvale di un TEAM di SPECIALISTI e collabora anche con diversi professionisti esterni al fine di raggiungere il miglior beneficio di cura del paziente.

    FISIO&SPORT si occupa inoltre di recupero motorio funzionale  del ginocchio, della mano, dell’anca, del gomito, della colonna, del polso e della caviglia. Gestione dei Politraumi.

    Si avvale delle tecnologie piu’ avanzate: Laserteriap HILT, Tecarterapia, ONDE D’URTO, Ultrasuonoterapia, Magnetoterapia con noleggio domiciliare, TENS, SIT. Rieducazione professionale con il supporto del dinamometro ISOCINETICO Biodex System4, Gait Trainer, Pedana Stability propriocettiva, Upperbody impostando RIEDUCAZIONE FUNZIONALE, CORE STABILITY, RIEDUCAZIONE VERTEBRALE e POSTURALE.

    Kinesiotaping e Trattamenti MANUALI: manipolazioni vertebrali HVLA, mobilzzazioni articolari, massoterapia distrettuale, Linfodrenaggio manuale Vooder, Trattamenti miofasciali.

    Leave a reply →
  • Posted by roberto on ottobre 31, 2017, 9:08 am

    Complimenti! Davvero molto interessante <a href="//www.ryakos.it"></a>

    Reply →
  • Posted by roberto on ottobre 31, 2017, 9:09 am

    Sono d’accordo il termine è ormail in disuso. <a href="//www.ryakos.it/periartrite/"></a>

    Reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream